Chiesa di San Rocco

Chiesa di San Rocco

RUBRICA – AVERSA DELLE CENTO CHIESE

(a cura di Paolo Di Grazia)

La Chiesa di San Rocco è conosciuta dagli aversani anche come “Chiesa della Madonna Addolorata” per la presenza di una statua oggetto di devozione (l’Addolorata di San Rocco è anche detta “Madonna Povera“). La piccola chiesa è tutt’oggi sede della “Congrega e Monte di San Rocco degli Agonizzanti“.

Si attribuisce infatti alla confraternita omonima la fondazione dell’edificio religioso a metà del XVII sec. anche se di questo si hanno poche notizie documentarie. L’impostazione architettonica è però quella tipica barocca: la navata unica, una grande arcata a separare l’area absidale dal resto della navata, elementi che quindi ci fanno credere nella veridicità della fondazione – comunque costruzione dell’edificio attuale – nel ‘600.

Sulle pareti laterali sono posizionati quattro altari minori, due per parte; i primi due, ai lati adiacente l’ingresso, sono in stucco e risalgono al XVIII sec. Al centro del soffitto a cassettoni è conservato un dipinto di San Rocco di Montpellier mentre sulla controfacciata è presente un ampio finestrone ovale che illumina l’aula. La cantoria è sorretta da due colonne in prossimità dell’unico ingresso (è ancora presente un piccolo organo).

L’edificio religioso è comunicante con la sacrestia ed i locali della confraternita. Nella chiesa oltre alla nota statua lignea dell’Addolorata – donata da un fedele nel 1850 e portata in processione in tutta la città nel periodo che precede la Pasqua – custodiscono anche altre interessanti opere pittoriche.

© Foto e testo di Paolo Di Grazia
In copertina: Aula della chiesa di San Rocco ad Aversa – (se si condivide l’articolo indicare le fonti).

Centro Studi Normanni

Un pensiero su “Chiesa di San Rocco

  1. Hey Tһere. I discovered your blog using msn. This is an еxtremely well writtеn articⅼe.
    I will make sure to bookmark it and return to read extra of your usefuⅼ info.
    Thanks for thе post. I will definitelʏ comeback.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *