Chiesa di Sant’Anna in Carminiello

Chiesa di Sant’Anna in Carminiello

RUBRICA – AVERSA DELLE CENTO CHIESE

(a cura di Paolo Di Grazia)

La chiesa di Sant’Anna “in Carminiello” è stata rimaneggiata più volte durante i secoli. L’attuale facciata è stata modificata in temi abbastanza recenti ed ha quindi perso l’originale aspetto che la ha contraddistinta nei secoli (l’ultimo restauro importante avvenne a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 del XX sec. anche con la totale sostituzione del pavimento).

La piccola chiesa, nei pressi del Tribunale di Napoli Nord, è anche la sede di una confraternita del Terz’ordine francescano.

Facciata attuale della chiesa in via Salvatore Di Giacomo

La data di fondazione dell’edificio è incerta, è precedente al XVIII sec. in quanto al suo interno vi è una lapide in marmo dei confratelli risalente a quel periodo. Da racconti tramandati oralmente pare che la chiesa fu costruita ampliando una vecchia cappella che era chiamata “Cappella di Torre Bianca“, ciò giustificherebbe la presenza dell’affresco della Madonna che troneggia sull’altare principale e che fu rinvenuto, per puro caso, mentre si eseguivano dei lavori su un muro preesistente. Di questa storia, fatte salve incredibili coincidenze, ovviamente non vi è alcuna traccia documentaria.

Da fonti scritte però veniamo a sapere di un antico rinvenimento di un affresco, così come lo descrive il racconto, ma non corrispondono né il titolo della chiesa (risulta chiamarsi chiesa di Santa Maria del Carmelo) né la collocazione dell’edificio in questione, che doveva essere ubicato in una posizione adiacente a Porta Incoreglia (zona Parco Pozzi).

Nell’insieme la chiesa è di piccole dimensioni, a navata unica e sulla parete absidale vi è l’altare principale in marmo bianco a motivi geometrici sormontato dall’affresco della Madonna del Carmelo, mentre sulla controfacciata vi è un ampio finestrone con cantoria.

Fotografia d’epoca che mostra l’originale facciata della chiesa

Entrando dall’ingresso principale, subito in basso sulla sinistravi, è posizionata una lapide datata 1721 a memoria dei fratelli, sorelle e benefattori della congrega. Seppur piccola, la chiesa di Sant’Anna in Carminiello custodisce pregevoli statue lignee: di particolare interesse è quella situata nella nicchia principale e dedicata a Sant’Anna; vi sono anche quelle di San Nicola di Mira e quella della Madonna del Carmelo (quest’ultima un tempo si trovava nella vicina chiesa del Carmine).

© Foto e testo di Paolo Di Grazia
In copertina: Affresco della Madonna del Carmelo del XVIII sec. conservato nella chiesa – (se si condivide l’articolo indicare le fonti).

Centro Studi Normanni

2 pensieri su “Chiesa di Sant’Anna in Carminiello

  1. Ad integrazione dell’articolo rinvio alla pag. 51 de “Quasi un secolo di storia aversana” Mons. Roberto Vitale, Aversa F.lli Macchione 1954.

    1. Grazie a Lei per l’integrazione. La Segreteria del Centro Studi Normanni ha preso atto della sua osservazione <>. Sarà segnalata al più preso all’autore dell’articolo in oggetto “Chiesa di Sant’Anna in Carminiello” e curatore della rubrica “Aversa delle Cento Chiese” affinché possa procedere alla valutazione ed ad un eventuale articolo di maggior dettaglio.
      Cogliamo l’occasione per segnarLe la possibilità per studiosi di materie storico-artistiche di condividere propri articoli sul portale web del Centro Studi Normanni. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria: segreteria@centrostudinormanni.it
      UN CORDIALE SALUTO
      il Segretario Generale

Rispondi a Del Noce Ernesto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *